Paolillo: "FFP poco efficace perché le sanzioni non sono state uguali per tutti. Spero che ora la UEFA apra a una trattativa"

10 giu 2021 18:33Altre notizie

Ai microfoni di Radio Bianconera, nel corso di ‘Up&Down’, è intervenuto l’ex presidente dell’ECA Ernesto Paolillo: “Il passo indietro dell’UEFA? Io credo che tutto sommato ci sia anche all’interno dell’UEFA un ragionamento per cui se tutto è cominciato è perché la redistribuzione dei proventi non è equa e va ristudiata. Senz’altro ci sono tante cose da rivedere. Platini fa bene perché quando era presidente UEFA c’era già stato un movimento all’interno dei club che erano scontenti per la redistribuzione, all’epoca il problema era che non sapevamo quale sarebbe stato l’impatto del FFP. Il passo successivo doveva essere quello di una distribuzione più equa non nel senso che si divide per tutti i partecipanti ma che si deve dividere in base agli investimenti. Le anomalie vanno lette come un errore drammatico dell’UEFA con il Fair Play Finanziario, era un’intuizione giusta ma le sanzioni non sono state uguali per tutti, sono stati trovati degli escamotage per trovare le sanzioni e così alla fine il FFP ha perso di efficacia. Se la UEFA ha preso questa decisione è perché si è reso conto che una competizione senza questi grandi club non avrebbe valore. Spero che questo passo indietro sia un punto d’arrivo per una trattativa”.

Clicca sul podcast in calce per ascoltare la trasmissione integrale.


"Up & Down" con Luca Cavallero e Giulia Borletto. Ospiti: Ernesto Paolillo (ex Pres. ECA). © registrazione di Radio Bianconera

Altre news

Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy