Perinetti: "Dybala leader, prima era oscurato da Ronaldo. Vlahovic possibile. Chiesa..."

06 ott 2021 17:54Altre notizie

Dybala ad un passo dal rinnovo contrattuale. Resta da capire se l'argentino diventerà o meno un simbolo bianconero. Intanto Vlahovic è uno dei nomi per il prossimo mercato, ma si profila un'asta per l'attaccante viola. Del giocatore argentino, del giovane serbo e di altri argomenti, parla in ESCLUSIVA a Fuori di Juve Giorgio Perinetti, attuale ds del Siena.

Lei conosce molto bene Dybala perché era dirigente del Palermo, ai tempi in cui l'argentino fu acquistato dall'allora patron Zamparini. Sulla leadership di questo giocatore resta un po' di scetticismo. La Juve del futuro può identificarsi con la Joya?

"Intanto lui ama tanto la sua professione e la svolge da sempre con la stessa passione. In passato è già stato un riferimento per la Juve, poi c'è stato l'impatto di Ronaldo che offuscava chiunque con il suo carisma. Qualsiasi giocatore in grado di poter essere leader non poteva reggere il confronto con il portoghese che da una parte ha esaltato l'ambiente, dall'altra ha oscurato gli altri. Con l'addio di Cr7 Dybala si ripropone. A livello tecnico è sicuramente un trascinatore, se poi dimostrerà anche di avere la personalità come guida, è ancora meglio”.

Qual è il ruolo adatto per Dybala?

"Paulo ha giocato ovunque in attacco, dimostrando grande duttilità. Essendo però un giocatore molto dotato sotto il profilo balistico, con i suoi colpi meglio tenerlo il più vicino possibile alla porta perché può essere letale. Ha risolto tante gare”.

L'intervento integrale nel podcast


Giorgio Perinetti ( Direttore Sportivo ) a Fuori di Juve, con Quintiliano Giampietro e Luca Cavallero. © registrazione di Radio Bianconera

Altre news

Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy